DAL PIRUVATO ALL’ACETIL-COA

Unità 6.3 – Mese di Febbraio

 

Obiettivi:
Spiegare a quali processi metabolici può andare incontro il piruvato in dipendenza della disponibilità do ossigeno. Spiegare in quali cellule e/o organismi avvengono le fermentazioni. Distinguere la fermentazione lattica dalla fermentazione alcolica. Comprendere che la riduzione del piruvato durante le fermentazioni è finalizzata alla rigenerazione di NAD+. Spiegare cosa si intende per effetto Pasteur. Correlare la fermentazione alcolica con la metabolizzazione dell’etanolo. Correlare la fermentazione lattica con la neoglucogenesi. Spiegare l’azione del complesso della piruvato deidrogenasi. Comprendere le conseguenze metaboliche dell’irreversibilità della decarbossilazione ossidativa del piruvato.

 

Attività:
Dopo aver osservato i seguenti video:

 

e le seguenti immagini

Fermentazione_lattica
Fermentazione_alcolica

rispondi alle seguenti domande:

  1. Da cosa dipende il destino metabolico del piruvato?
  2. In cosa differisce la fermentazione lattica dalla fermentazione alcolica?
  3. In condizioni di anaerobiosi, se non avvenissero le fermentazioni la glicolisi si arresterebbe.
    Spiega brevemente il motivo.
  4. In quale parte della cellula eucariote avviene la decarbossilazione ossidativa del piruvato?
  5. Da cosa è formato il complesso enzimatico della piruvato deidrogenasi?
  6. La piruvato deidrogenasi catalizza una reazione di decarbossilazione ossidativa.
    Spiega brevemente in cosa consiste.
  7. Quali conseguenze ha l’irreversibilità della reazione di decarbossilazione ossidativa del piruvato?