LIPIDI, TRIGLICERIDI (Parte prima)

Unità 2.1 – Mese di Ottobre

Cari studenti, l’argomento lipidi, a dispetto della sua relativa semplicità dal punto di vista chimico (nel vostro libro è trattato in pochissime pagine), è un tipico esempio di quanto possa essere complesso orientarsi nella realtà, anche in quella apparentemente banale della scelta di un alimento. I lipidi, infatti, oltre ad essere presenti in natura in svariati prodotti naturali e in numerose forme chimiche, vengono sottoposti a processi industriali che, oltre a modificarne le proprietà nutritive ed organolettiche, possono avere importanti risvolti sulla nostra salute e sull’ambiente. Per cercare di fare chiarezza sull’argomento iniziamo svolgendo la seguente attività:

Riunitevi in gruppi di quattro e, facendo uso delle seguenti fonti (1, 2, 3, 4, 5), rispondete brevemente alle seguenti domande (5 righe per risposta max).
(Le risposte, scritte in bella copia, vanno consegnate all’insegnante e contestualmente ricopiate sul quaderno di ogni membro del gruppo)

  1. Qual è la differenza tra un olio e un grasso?
  2. Perché i grassi hanno un più elevato punto di fusione degli oli?
  3. In cosa differiscono gli acidi grassi saturi da quelli insaturi?
    (disegnare la formula di struttura di un a.g. saturo e di uno insaturo)
  4. A parità di numero di atomi di carbonio, in cosa possono differire due acidi grassi insaturi?
  5. In quali alimenti sono più frequenti gli acidi grassi saturi e in quali quelli insaturi?
  6. Cosa sono gli acidi grassi omega-3, omega-6 e omega-9?
  7. Cosa sono gli acidi grassi trans?
  8. In quali alimenti naturali si trovano gli acidi grassi trans?

Valutazione
La valutazione delle risposte (max 5 punti) dipenderà dal numero di risposte e dall’esaustività delle stesse.
In caso di “copia e incolla” (anche parziale) la valutazione sarà insindacabilmente pari a 0 per tutti gli elementi del gruppo.
Tutti i membri del gruppo avranno lo stesso voto.